bando “FIPIT 2014” per sostenere le micro e piccole imprese

Il 18 luglio 2014 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il, bando “FIPIT 2014” per sostenere le micro e piccole imprese .....

25/07/2014

Il 18 luglio 2014 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il, bando “FIPIT 2014” per sostenere le micro e piccole imprese localizzate su tutto il territorio nazionale che investono in progetti di innovazione tecnologica mirati al miglioramento delle condizioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nei 3 settori dove è particolarmente alto il rischio infortunistico, ossia:
•AGRICOLTURA
•EDILIZA
•ESTRAZIONE E LAVORAZIONE DEI MATERIALI LAPIDEI

Sono finanziabili i seguenti costi relativi all’acquisto/adeguamento di impianti, macchine o attrezzature, sostenuti dal 19/07/2014:
Agricolo-forestale: interventi di adeguamento di n. 1 trattore agricolo o forestale;
Edilizia: acquisto di macchine marcate CE che consentano di ridurre i rischi connessi alla movimentazione manuale dei carichi e/o di caduta dall’alto nei cantieri temporanei e mobili;
Estrazione e lavorazione dei materiali lapidei: interventi in beni marcati CE che comportino un miglioramento delle condizioni di lavoro, con particolare riferimento ai rischi connessi all’esposizione a rumore e/o a polveri e alla movimentazione manuale dei carichi:
1. acquisto di macchine fisse o mobili per aspirazione di polveri o per bagnatura/umidificazione;
2. acquisto di accessori di sollevamento a ventosa alimentati elettricamente o ad aria compressa;
3. acquisto di macchine per l’estrazione di materiali lapidei o per la lavorazione di blocchi, lastre o inerti, con contestuale rottamazione di analoghe macchine non marcate CE. L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto in de minimis pari al 65% dei costi ammessi fino a un massimo di 50.000 euro. Le domande potranno essere presentate dal 3 novembre 2014 fino alle ore 18,00 del 3 dicembre 2014.
Non possono partecipare al bando le imprese beneficiarie dei contributi ISI 2010, 2011, 2012 o 2013.
Alla domanda occorre allegare la dichiarazione di un Ente bilaterale o Organismo paritetico di settore attestante l’efficacia del progetto in termini di replicabilità ai fini del miglioramento dei livelli di salute e sicurezza dei lavoratori. I progetti ammessi verranno finanziati fino alla concorrenza dei fondi stanziati in ordine decrescente di punteggio sulla base di una graduatoria di merito. Le risorse finanziarie, ripartite in budget regionali/provinciali, ammontano a 30 milioni di euro, così distribuiti:
Settore agricoltura: € 15.582.703
Settore edilizia: € 9.417.297
Settore estrazione e lavorazione dei materiali lapidei: € 5.000.000.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner