Comunicazione Valutaria Statistica (CVS)

modifiche a partire dal 1 gennaio 2008

21/12/2007

Egregi Signori Soci,

dal 1990 tutti i movimenti valutari superiori ad una determinata soglia, in entrata ed in uscita dall'Italia, sono stati oggetto di una segnalazione obbligatoria all'Ufficio Italiano Cambi (UIC), tramite un modulo denominato Comunicazione Valutaria Statistica (CVS). Detta CVS, gestita dalle banche, è divenuta con gli anni un peso burocratico per la maggior parte delle imprese che, pur delegandone la presentazione agli istituti bancari, rischiavano pesanti multe in caso di ritardi, errori od omissioni. Con la Comunicazione R.V. n.2007/1 del 16-11-2007, l'UIC ha dato istruzioni alle banche in merito all'abolizione della CVS relativa alle operazioni correnti mercantili (in pratica, le importazioni e le esportazioni), a partire dal 1 gennaio 2008. Resterà l'obbligo di segnalazione solo per le operazioni di matrice valutaria (ad esempio gli investimenti in titoli ed azioni esteri). Il direttore è a disposizione per eventuali chiarimenti. A. Dotti
(direttore)

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner