Contenzioso UE-CINA

firmato il 10-6-2005 l'accordo sul tessile

15/06/2005

Il 10 giugno 2005, il signor Peter Mandelson della Commissione Europea ed il Ministro del Commercio della Repubblica Popolare Cinese hanno firmato un accordo che, se ratificato dai 25 governi dell'Unione Europea, porrà fine al contenzioso commerciale relativo al mercato del tessile-abbigliamento. L'accordo è il seguente:

-Le esportazioni tessili cinesi verso l'UE in 10 categorie saranno limitate nella crescita sino alla fine del 2007;
- l'accordo riguarda 10 delle 35 categorie di prodotti tessili liberalizzate dal 1 gennaio 2005: maglioni, giacche da uomo, camicie, t-shirts, abiti, reggipetti, filati in lino, tessuti in cotone, lenzuola, biancheria da tavola e da cucina.
- l'Unione Europea cessa le investigazioni sulle categorie oggetto dell'accordo;
- l'accordo limita la crescita delle importazioni ad una percentuale compresa fra l'8 ed il 12,5% annuo per il 2005, 2006 e 2007. QUESTI LIVELLI SARANNO CALCOLATI SU UNA BASE CHE INCLUDE ANCHE DUE O TRE MESI DEL PERIODO POST-QUOTA (quindi si partirà da una base decisamente maggiore rispetto ai valori del 2004).
Le categorie per le quali la crescita iniziale è limitata all'8%, vedranno aumentare la percentuale nel corso dei tre anni.
- I livelli quantitativi si applicheranno dall'11 giugno 2005. Entrambe le parti metteranno in piedi le necessarie misure amministrative per gestire i livelli di importazione concordati.
- Per le categorie non incluse nell'accordo l'Unione Europea SI IMPEGNA A LIMITARE L'ESERCIZIO DEI PROPRI DIRITTI in ambito WTO.
- Le due parti si impegnano a discutere senza indugio qualsiasi questione riguardante l'implementazione dell'accordo. Naturalmente, per poter divenire operativo, l'accordo dovrà essere approvato da tutti i Paesi membri dell'Unione Europea. Mantova Export

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner