Contributi CCIAA alle P.M.I. mantovane

finanziamenti a fondo perso per: informatizzazione, qualità, Chek-up finanziari e rating, fiere estere

10/01/2006

Egregi Sig.ri Soci,

Con la presente desideriamo informarVi in merito ai contributi che la CCIAA di Mantova ha stanziato a favore delle PMI mantovane per i seguenti settori d'investimento:

1- INFORMATIZZAZIONE
2- QUALITA'
3- CHECK-UP FINANZIARI ED ANALISI PER L'OTTENIMENTO DEL RATING
4- FIERE INTERNAZIONALI

1 - CONTRIBUTI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE PER PROCESSI DI INFORMATIZZAZIONE

FONDO STANZIATO: Euro 70.000

Soggetti beneficiari:

le imprese di tutti i settori, iscritte al Registro delle Imprese, che rientrano nella definizione di micro, piccola e media impresa, così definita dal D.M. 18/04/2005, anche in forma di impresa cooperativa , che abbiano sede legale e/o operativa in provincia di Mantova.

Sono escluse dai contributi previsti dal presente bando:

le imprese che, da visura camerale, risultano inattive alla data di presentazione della domanda ;
le imprese che non risultano in regola con il pagamento del diritto annuale;
le imprese che abbiano usufruito, per le stesse voci di spesa, di contributi da parte di altri Enti pubblici;
le imprese che operano nei settori di attività esclusi dalla normativa sugli Aiuti di Stato “De Minimis”

Interventi agevolabili:

Sono finanziabili le spese sostenute per le seguenti tipologie di interventi:

A) Acquisto di HW: contributo del 30% fino a un massimo di 500 euro.
B) Acquisto di SW gestionali di uso generale (contabilità, magazzino, …) e progettazione e acquisto di software funzionale alla specifica attività di gestione aziendale (gestione delle forniture, CAD, …): contributo del 30% fino a un massimo di 700 Euro.
C) creazione di siti per la mera presentazione aziendale: contributo del 40% fino a 1000 euro;
D) Applicazioni informatiche di tipo avanzato: servizi di commercio elettronico (ad es. identificazione dei prodotti e raccolta degli ordini, pagamenti on line e sistemi di gestione delle consegne, ecc…), creazione di reti aziendali ed interaziendali: contributo del 40% fino a un massimo di 1.000 euro. Spese ammissibili

Sono ammesse al contributo le spese sostenute dall’impresa dall’ 01/01/2006 al 31/12/2006, suffragate da fatture emesse e quietanzate o da altra corrispondente documentazione probatoria delle spese sostenute.

E’ possibile presentare domanda di contributo dal 01/02/2006 sino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Le spese ammissibili riguardano:
- Acquisto di nuove attrezzature HW: computers fissi o portatili, stampanti, scanner;
- Acquisto di licenze per nuovi SW secondo le specifiche di cui al punto B) e D) dell’art. 3;
- Oneri per la costruzione ex novo di siti o portali per la presentazione aziendale.

Sono escluse:

- Acquisto di componenti hardware ( lettori, slot di memorie, etc. o materiale di consumo: floppy disk, toner, cd rom, ecc…);
- manutenzione o aggiornamento del software già in uso;
- acquisto di software di utilizzo comune ( ad es. MS Office)
- costi interni

Gli investimenti per i quali l'impresa chiede il contributo previsto da questo bando devono essere realizzati nella sede e/o nell'unità locale in provincia di Mantova presso la quale risulti essere svolta l'attività.

Nota:

Potranno godere dell’agevolazione gli interventi il cui costo minimo (totale spese ammesse) sia pari o superiore a Euro 1.000,00

2- CONTRIBUTI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE PER LA CERTIFICAZIONE DEL SISTEMA DI QUALITA’ AZIENDALE


FONDI STANZIATI: 70.000 Euro

Soggetti beneficiari

le aziende iscritte al Registro delle Imprese, che rientrano nella definizione di micro, piccola e media impresa, così definita dal D.M. 18/04/2005, anche in forma di impresa cooperativa , che abbiano sede legale e/o operativa in provincia di Mantova.

Sono escluse dai contributi previsti dal presente bando:

le imprese che, da visura camerale, risultano inattive alla data di presentazione della domanda ;
le imprese che non risultano in regola con il pagamento del diritto annuale;
le imprese che abbiano usufruito, per le stesse voci di spesa, di contributi da parte di altri Enti pubblici
le imprese che operano nei settori di attività esclusi dalla normativa sugli Aiuti di Stato “De Minimis”

Interventi agevolabili

Sono finanziabili le spese sostenute:
1) per l’implementazione di sistemi di gestione della qualità aziendale conformi alle seguenti norme :
a. UNI ISO 9001: 2000 (Vision)
b. UNI EN ISO 14001:2004 (certificazione del sistema di gestione ambientale)
c. OHSAS 18001: 1999 (certificazione del sistema di gestione per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro)
d. SA 8000:2001 (certificazione per la responsabilità sociale in azienda)
e. EUREP – GAP (certificazione delle Buone Pratiche Agricole per la GDO)
f. UNI 11020: 2002 (sistemi di rintracciabilità nelle aziende agroalimentari)
g. UNI 10939: 2002 (sistemi di rintracciabilità nella filiera agroalimentare)
2) per l’ottenimento della c.d. “attestazione S.O.A.”;
3) per l’ottenimento di altri tipi di certificazione aziendale frutto dell’applicazione di norme comunitarie armonizzate e riferibili a standard di certificazione riconosciuti a livello internazionale.

Tale certificazione deve essere conseguita per la prima volta dall’azienda.

Il conseguimento della certificazione non deve essere anteriore all’ 01/01/2006 e non successivo al 31/12/2006.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute nel periodo 1/6/2005 – 31/12/2006 per la realizzazione del progetto. Fanno eccezione le imprese di produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti dell’Allegati I del Trattato CEE, per le quali le spese ammissibili sono quelle sostenute successivamente alla data di presentazione e approvazione della domanda

E’ possibile presentare domanda di contributo dall’ 01/02/2006 fino a esaurimento dei fondi.

I contributi sono riconosciuti per le seguenti tipologie di spesa:

a) consulenze e servizi connessi alla realizzazione del sistema di qualità aziendale;
b) spese per l’acquisto di norme e specifiche tecniche;
c) costi di formazione per la qualificazione di personale interno applicato alla gestione del sistema di qualità aziendale;
d) costi per il rilascio del certificato relativo al sistema di qualità aziendale.

La certificazione deve essere rilasciata da un organismo accreditato dal SINCERT o da altri Enti di accreditamento riconosciuti a livello nazionale o di altri Paesi europei per i rispettivi ambiti di certificazione volta per volta richiamati.

Non sono ammessi i costi dell’organismo di certificazione per la sorveglianza del sistema, le eventuali spese di trasferta (vitto, alloggio e trasporto) dei consulenti aziendali, i costi interni e le spese fatturate dai soci (persone fisiche e/o giuridiche) dell’azienda richiedente il contributo.

Tipologia e importo del contributo

Il contributo riconoscibile è pari al 30% delle spese sostenute (al netto dell’Iva) e documentate sino ad un massimo di € 2.000,00 per azienda.

I contributi sono concessi in conformità al regime “de minimis”

3 - CONTRIBUTI PER PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA PER LA REALIZZAZIONE DI CHECK UP FINANZIARI E DI ANALISI PER L’OTTENIMENTO DEL RATING


FONDI STANZIATI:i 70.000,00 Euro. Al settore agricolo è riservata la somma di Euro 20.000,00.

Soggetti beneficiari

le imprese di tutti i settori, iscritte al Registro delle Imprese, che rientrano nella definizione di micro, piccola e media impresa, così definita dal D.M. 18/04/2005, anche in forma di impresa cooperativa , che abbiano sede legale e/o operativa in provincia di Mantova.

Sono escluse dai contributi previsti dal presente bando:

le imprese che, da visura camerale, risultano inattive alla data di presentazione della domanda ;
le imprese che non risultano in regola con il pagamento del diritto annuale;
le imprese che abbiano usufruito, per le stesse voci di spesa, di contributi da parte di altri Enti pubblici;

le imprese che operano nei settori di attività esclusi dalla normativa sugli Aiuti di Stato “De Minimis”

Interventi agevolabili

A) CHECK UP FINANZIARI E ANALISI PER L’OTTENIMENTO DEL RATING: Sono agevolabili gli interventi destinati alla realizzazione di un check up finanziario e all’analisi per l’ottenimento del rating, riguardanti:

- l’analisi dei fabbisogni finanziari dell’impresa;
- l’analisi della struttura patrimoniale;
- l’analisi della struttura finanziaria (indebitamento);
- la proposta di soluzioni personalizzate per adeguarsi alle direttive di Basilea Due.

L’obiettivo del check up finanziario è l’individuazione di strategie e di soluzioni idonee a migliorare l’assetto finanziario dell’impresa, a partire da un’esatta identificazione degli elementi di criticità riscontrati nella gestione aziendale, avuto riguardo ad un’attenta analisi della situazione finanziaria e contabile degli ultimi due anni .
In secondo luogo, il check up è volto a individuare strategie correttive per le situazioni indicate come critiche, con particolare riguardo all’indebitamento bancario.

L’analisi per l’ottenimento del rating è finalizzata ad individuare gli elementi quantitativi e qualitativi capaci di influire sulla valutazione del merito creditizio dell’impresa individuando, anche in tale contesto, gli elementi di criticità e le soluzioni correttive.

I due interventi agevolati potranno essere effettuati da:
A) Associazioni di categoria e loro centri servizi;
B) Consorzi fidi;
C) istituti, società e professionisti esterni specializzati nella valutazione strategica e finanziaria delle imprese.

B) RAFFORZAMENTO DELLE CAPACITA’ DI AUTODIAGNOSI PER L’OTTENIMENTO DEL RATING

Interventi finalizzati rafforzare la cultura finanziaria dell’impresa mediante:
- l’introduzione di strumenti operativi per la realizzazione di check up finanziari (software aziendali)
- la realizzazione di percorsi mirati di formazione del personale.

Spese ammissibili

Sono ammesse al contributo le spese sostenute dall’ 01/01/2006 al 31/12/2006, suffragate da fatture emesse e quietanzate o da altra corrispondente documentazione probatoria delle spese sostenute.
E’ possibile presentare domanda di contributo dall’ 01/02/2006 fino a esaurimento dei fondi.

Le spese ammissibili riguardano:

- consulenze
- acquisto di software per l’autodiagnosi finanziaria dell’impresa e il calcolo del rating aziendale;
- costi per la formazione del personale, sostenuti per la partecipazione a corsi di specializzazione riguardanti le tematiche previste dal presente bando.
Non sono ammissibili i costi interni.

Tipologia e importo del contributo

Il contributo riconoscibile è pari al 50% delle spese sostenute (al netto dell’Iva) e documentate sino ad un massimo di € 1.000,00 per azienda. Per il solo acquisto di software di autodiagnosi da parte delle aziende agricole, il contributo riconoscibile è pari al 40% (come da Regime d’Aiuto notificato n. 241/2001 recepito dalla CCIAA di Mantova).
4- CONTRIBUTI PER PMI MANTOVANE PER LA PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI ALL’ESTERO IN FORMA AUTONOMA.


FONDI STANZIATI: 70.000 Euro.


Soggetti beneficiari

le imprese di tutti i settori, regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, che rientrano nella definizione di micro, piccola e media impresa, così definita dal D.M. 18/04/2005, anche in forma di impresa cooperativa , che abbiano sede legale e/o operativa in provincia di Mantova.

Sono escluse dai contributi previsti dal presente bando:

le imprese che, da visura camerale, risultano inattive alla data di presentazione della domanda;
le imprese che non risultano in regola con il pagamento del diritto annuale;
le imprese che abbiano usufruito, per la medesima manifestazione, di contributi da parte di altri Enti pubblici;
le imprese che, esponendo a manifestazioni la cui partecipazione è organizzata e agevolata con sostegni finanziari dalla CCIAA di MN direttamente o attraverso la propria azienda speciale Promoimpresa, hanno avuto modo di fruire, nel medesimo anno, di contributi pubblici erogati da tali soggetti.
le imprese che operano nei settori di attività esclusi dalla normativa sugli Aiuti di Stato “De Minimis”

Le imprese appartenenti a organismi consortili e associativi, siano essi privati o a partecipazione pubblica, che hanno fruito grazie a tali organismi e allo stesso titolo, di contributi o altre forme di incentivo, possono accedere ai contributi previsti dal presente bando nel limite massimo previsto, fatto il cumulo dei diversi sostegni riconosciuti per la manifestazione oggetto della domanda di agevolazione.

Interventi agevolabili

Con il presente bando è agevolata la PARTECIPAZIONE IN FORMA AUTONOMA A FIERE ALL’ESTERO . Le manifestazioni fieristiche che potranno essere considerate ai fini dell’erogazione del contributo camerale sono quelle specializzate, di qualsiasi settore, organizzate all’estero, con caratteristica di fiera nazionale o internazionale. Sono ammesse al contributo anche le partecipazioni a fiere campionarie, laddove non esistano, nei Paesi di riferimento, rassegne commerciali specializzate di settore.


Spese ammissibili

Sono ammesse al contributo le spese sostenute dall’impresa per fiere all’estero la cui partecipazione è riferibile all’anno solare 2006, suffragate da fatture emesse e quietanzate anche precedentemente o successivamente a detto periodo o da altra corrispondente documentazione probatoria delle spese sostenute.

E’ possibile presentare domanda di contributo dall’ 01/02/2006 fino a esaurimento dei fondi disponibili.

Le spese ammissibili riguardano:

- noleggio area espositiva;
- allestimento dello stand;
- iscrizione a catalogo;
- interpretariato;
- trasporto prodotti in fiera;
- servizi tecnici sullo stand: allacciamenti elettrici, idrici, servizi di pulizia, smaltimento rifiuti, altri servizi direttamente riferibili all’organizzazione dell’area espositiva. Nono sono ammissibili i costi di trasferta, permanenza all’estero e di vitto del/i titolare/i, di suoi dipendenti o collaboratori esterni in qualsiasi forma.

Tipologia e importo del contributo

Il contributo riconoscibile è a fondo perduto, pari al 40% delle spese sostenute (al netto dell’Iva estera, recuperabile) e documentate sino ad un massimo di:
€ 1.000,00 per la partecipazione a fiere in Europa (UE 25 + Paesi EFTA: CH, N, ISL);
€ 1.500,00 per la partecipazione a fiere in ambito extracomunitario.

I contributi sono concessi in conformità al regime “de minimis”.
Ciò comporta che un'impresa non possa ottenere aiuti di fonte pubblica in regime “de minimis” per un importo complessivo superiore a € 100.000,00 nell'arco di tre anni a far tempo dalla data del provvedimento che dispone l’erogazione del sostegno.

Il regime “de minimis”, per espressa disposizione comunitaria, non si applica ad alcuni settori nei quali è presente la piccola e media impresa mantovana, tra i quali figura quello dei trasporti.
Le imprese rientranti in tale settore non potranno pertanto beneficiare del contributo previsto dal presente bando.

Il contributo concesso dalla Camera di Commercio non è cumulabile con altri aiuti di natura pubblica riconosciuti per le medesime finalità.

Verrà finanziata, per ogni impresa, una sola manifestazione per anno solare. Per maggiori informazioni riguardi i bandi e per ottenere i testi integrali degli stessi è possibile rivolgersi ai nostri uffici, oppure direttamente al dott. Marco Zanini, Dirigente C.C.I.A.A. di Mantova - Area Internazionalizzazione e servizi alle imprese, tel. 0376-234428, fax 0376-234429, e-mail: zanini@mn.camcom.it

Con i migliori saluti. A. Dotti
(direttore)

Mantova Export

Sistema Qualità conforme alle norme ISO 9001-ed.2000 certificato da S.G.S.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner