Nasce l'EAR tedesco

Con l'Elektrogesetz" la Germania dà attuazione alle direttive UE sullo smaltimento e la riduzione delle componenti pericolose dei prodotti elettrici ed elettronici

02/02/2006

Per dare attuazione alle direttive UE sui rifiuti derivanti dalle attrezzature elettriche ed elettroniche (2002/96/EC - Waste Electrical and Electronic Equipment - WEEE) e sulla riduzione delle sostanze pericolose (2002/95/EC - Restriction of Hazardous Substances - RoHS), la Germania ha emanato l'Electrical and Electronic Equipment Act (ElektroG) che si occupa del recupero e riciclaggio delle attrezzature elettriche ed elettroniche. Sulla scorta di questa normativa, il 6 luglio 2005 l'Agenzia Federale tedesca per l'Ambiente (Umweltbundesamt) ha deciso il ruolo e le competenze del nuovo Registro delle Apparecchiature Elettriche Usate (Stiftung Elektro-Altgeraete Register, abbreviato EAR). Tutti i produttori tedeschi, gli importatori e, in alcuni casi, i rivenditori sono tenuti a registrarsi presso l'EAR e, a partire dal 24 marzo 2006, coloro che si sono registrati dovranno apporre sui propri prodotti un'apposita etichetta. Anche l'Italia dovrebbe istituire un analogo Registro, ma si è ancora in attesa del recepimento delle direttive. Non si può escludere che qualche importatore tedesco cerchi di scaricare sul produttore estero i costi derivanti dal nuovo sistema, possiamo solo suggerire di far presente che le direttive in questione entreranno in vigore in tutta l'Unione Europea e che, quindi, ogni operatore dovrà pagare i costi nel proprio Paese. Con i migliori saluti. A. Dotti
(direttore)

Mantova Export

Sistema Qualità conforme alle norme ISO 9001-ed.2000 certificato da S.G.S.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner