sondaggio UE per l'etichettatura obbligatoria all'import ("Made in")

14/04/2005

Egregi Signori Soci,

Si è parlato molto, in questi ultimi mesi, dell'opportunità o meno di rendere obbligatoria l'apposizione del' "made in" per tutti i prodotti importati. Ora, avvicinandosi il momento delle decisioni, la Commissione Europea ha deciso di sentire il parere di imprese e singoli consumatori. Viene data l'opportunità a chiunque di far sentire la propria voce, tramite la compilazione di un semplice questionario compilabile direttamente on-line sul sito:
http://www.europa.eu.int/yourvoice/forms/dispatch?form=401
(selezionate la lingua italiana, cliccando sul bottone in alto a destra)

Di seguito, riportiamo il comunicato del Ministero delle Attività Produttive (MAP):

Il Governo ed il mondo delle imprese sono impegnati per ottenere l'adozione di un regolamento comunitario che imponga il marchio di origine obbligatorio sui prodotti importati nella UE. Dopo varie fasi di consultazione interna, la Commissione Europea ha avviato una consultazione pubblica via internet. Si tratta probabilmente dell'ultima fase che potrebbe preludere all'avvio dell'iter legislativo della proposta regolamentare. Il questionario, disponibile on-line sul sito della Commissione Europea è differenziato a seconda che si risponda in qualità di consumatore, di produttore o di dettagliante e si concluderà il 30 aprile p.v., anche se si auspica che le risposte possano giungere alla Commissione utilmente prima del 25 aprile p.v., data in cui la Commissione Europea ha invitato le Associazioni europee interessate ad un incontro su tale iniziativa. Il questionario è molto breve (non occorre più un minuto per compilarlo), può essere scaricato anche in lingua italiana e viene inviato automaticamente alla Commissione Europea. Le prime domande servono ad identificare il profilo dell'utente, ossia la sua nazionalità, l'età e la categoria (consumatore, produttore o dettagliante). Le domande successive sono mirate a verificare l'impatto della normativa comunitaria in materia di marchio di origine sugli utenti. In particolare, la Commissione Europea è interessata ad accertare che i consumatori desiderino essere informati circa il paese di origine dei prodotti e che i produttori e/o dettaglianti ritengano l'indicazione "Made in" possa essere uno strumento di competitività. L'esito della consultazione sarà tenuto presente dalla Commissione Europea per poter assicurare l'adozione di una proposta di regolamento sull'etichettatura obbligatoria in tempi brevi. Mantova Export

Sistema Qualità conforme alle norme ISO 9001-ed.2000 certificato da S.G.S.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner