UE - CANADA: INTESA RAGGIUNTA PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO

Il 18 ottobre scorso l’UE ha annunciato il raggiungimento dell’intesa con il Canada per la conclusione di un Accordo di Libero Scambio (Comprehensive Economic and Trade Agreement - CETA). Si tratta del primo accordo di questo tipo tra l’UE e un paese memb

24/10/2013

Egregi Signori Soci,

Il 18 ottobre scorso l’UE ha annunciato il raggiungimento dell’intesa con il Canada per la conclusione di un Accordo di Libero Scambio (Comprehensive Economic and Trade Agreement - CETA). Si tratta del primo accordo di questo tipo tra l’UE e un paese membro del G8.

I negoziati, iniziati nel 2009, hanno portato ad un’intesa importante tra le due aree che copre tutti gli aspetti economici, dall’abbattimento dei dazi e rimozione delle principali barriere non tariffarie alla maggiore apertura e tutela degli investimenti, da una più marcata liberalizzazione degli Appalti Pubblici alla tutela della Proprietà Intellettuale.

In particolare, l'accordo UE-Canada eliminerà oltre il 99 % delle tariffe sul commercio dei beni industriali e agricoli. Per quanto riguarda un altro capitolo importante dell’intesa, quello sugli appalti pubblici, gli impegni della controparte canadese si riferiscono non solo al livello federale ma anche a quello sub – federale, dischiudendo potenzialità importanti per le imprese europee. E’ previsto inoltre un ampio grado di liberalizzazione del settore dei servizi in particolare finanziari, telecomunicazioni, energia e trasporti.

Il CETA assicurerà anche una maggiore protezione, da parte canadese della proprietà intellettuale, attraverso standard armonizzati a quelli dell'UE. Il capitolo è di particolare significato per le produzioni italiane che potranno beneficiare di una più efficace tutela delle Indicazioni Geografiche.

Le analisi della Commissione UE stimano che l’Accordo, con la completa entrata in vigore, porterà ad un incremento dell’interscambio bilaterale di beni e servizi pari al 23% (26 miliardi di euro) mentre il Pil dell’UE è previsto aumentare di circa 12 miliardi di euro l'anno. Sulla base di tale accordo politico, proseguiranno le discussioni tecniche finalizzate a mettere a punto i testi dell’intesa che Confindustria renderà disponibili al sistema non appena resi pubblici. In ogni caso, si sottolinea che l'accordo non è ancora operativo, non appena vi saranno notizie certe riguardo la ratifica e la data di entrata in vigore, provvederemo a darvene comunicazione,

Con i migliori saluti

A. Dotti

(direttore)

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner